iReport: come creare facilmente report in Java

La generazione di report è una di quelle cose che nell’informatica capita spesso su diversi progetti. In questo articolo vedremo come è possibile utilizzare un semplice ma potente tool che ci aiuta nella creazione dei report


Introduzione

iReport è un programma Java realizzato da Giulio Toffoli e che si basa su un altro grande framework che sicuramente avrete sentito nominare: JasperReport. Quest’ultimo è un potente framework per la generazione di report in tutte le salse e come ogni tool che offre tante funzionalità è anche leggermente complicato in qualche sua feature. Proprio per questo motivo possiamo utilizzare iReport che ci permette in maniera visuale di costruire dei report anche molto complicati.

Setup dell’ambiente

Come primo esempio utilizzeremo alcuni dati presenti sul nostro database MySQL, in una tabella MAGAZZINO definita nel seguente modo

Dovremo inserire alcuni dati in questo database, in modo tale che il nostro report contenga chiaramente qualche informazione. Successivamente possiamo passare all’installazione di iReport, che potete scaricare dal sito ufficiale : http://www.jasperforge.org/jaspersoft/opensource/business_intelligence/ireport/.

Una volta installato, prima di avviarlo dovrete inserire nella cartella lib della sua installazione le librerie JDBC che servono per il collegamento a MySQL (se non sono già presenti con la distribuzione). A questo punto potete avviare il programma.

Costruzione del report

Per descrivere meglio la costruzione passo passo del report potete cliccare sul seguente link che è un semplice filmato dove vengono fatti un pò di esperimenti con il nostro iReport

Filmato iReport

 

Il file JRXML

Quello che viene salvato alla fine della nostra elaborazione con iReport è un file JRXML (JasperReports XML), che descrive come deve essere fatto il nostro report per filo e per segno. Di seguito potete trovare il pezzo all’interno del file JRXML, risultante dal report che abbiamo realizzato nel filmato, relativo alla sezione SUMMARY dove abbiamo inserito un grafico a torta collegandolo ai nostri dati

La sintassi è abbastanza semplice ma comunque dover elaborare un complesso report richiederebbe uno skill elevato su JasperReport, mentre nella maggior parte dei casi quello che serve è qualcosa di semplice, che può essere appunto generata tramite iReport

Un Bean Datasource

La situazione che abbiamo descritto precedentemente, ovvero quella di raccogliere i dati che ci interessano da un datasource JDBC è quella ottimale, perchè i dati sono già lì pronti e noi dobbiamo fare ben poco per organizzarli nel report. JasperReports permette di avere a disposizione diversi tipi di DataSource da cui attingere le informazioni ed ora ne vedremo un altro che può permetterci di realizzare dei report senza dover necessariamente immagazzinare i dati in un DB. Creare un Bean Datasource significa poter passare all’engine di JasperReport (e quindi anche tramite iReport) un singolo bean Java o una collezione di bean che potranno essere utilizzati per valorizzare alcuni campi del nostro report. Prima di tutto dobbiamo avere la classica classe Java Bean, come la seguente

Per utilizzare questo bean all’interno di iReport e creare quindi un JRXML che potremo utilizzare successivamente per creare i nostri report, dobbiamo creare un datasource di tipo “Sorgente dati di JavaBean” e poi impostare nel wizard una classe ed un metodo statico di questa che potranno essere utilizzati per utilizzare questo datasource di test. Praticamente nel caso del database, il datasource andava a prendere i dati direttamente tramite JDBC, in questo caso dobbiamo dirgli che tipo di dati prendere (definire il bean) e in che il modo il datasource può generarli (una classe e un metodo statico). Per il nostro esempio possiamo utilizzare la seguente classe che simula la creazione dei bean Persona

In questo caso nel wizard dovremo segnalare la classe TestBeanDatasource come factory e generateCollection() come metodo statico. A questo punto potremo creare un report nello stesso modo in cui abbiamo fatto precedentemente per il datasource JDBC, gestendo tutti gli attributi del singolo bean come variabili per il nostro report. Il bean e la classe che li genera deve essere presente nel classpath di iReport, quindi potete settarla attraverso le opzioni del programma o includerla nella cartella lib del programma.

Generazione del report

Tramite iReport abbiamo creato il JRXML che descrive il nostro report e ora dobbiamo generarlo tramite una classe Java. Qui di seguito trovate un programma d’esempio che crea due diversi report, uno che si basa sull’esempio descritto nel filmato ovvero tramite Datasource JDBC e l’altro sul Bean Datasource

Il metodo printPerson() genera un report in PDF del file JRXML che si basa sui Java Bean mentre l’altro metodo crea il report illustrato nel filmato, richiamando sempre il corrispettivo file JRXML e salvandone l’output in due diversi formati (PDF e HTML). In questo caso abbiamo salvato il tutto sul filesystem ma avremmo potuto tranquillamente gestire le generazione tramite Servlet e restituire il report attraverso il browser.

Risorse

JasperReports Homepage
iReport Homepage
Altro interessante tutorial su iReport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *