Utilizzare le Google Web API in un programma Java

Impariamo ad utilizzare le Google Web Apis per poter accedere in maniera semplice e veloce ai 2 miliardi di documenti Web che il più potente motore di ricerca del mondo è in grado di gestire

Scrivere applicazioni che attingano informazioni dal web, non e’ mai stato cosi’ semplice. Le API rilasciate da Google forniscono un interfaccia SOAP (Simple Object Access Protocol) al motore di ricerca, alla sua web cache e al suo motore di verifica dello spelling.

Grazie all’uso di degli standard SOAP e WDSL, Google permette agli sviluppatori di programmare in tre diversi ambienti le loro applicazioni: Java, Perl e .Net. Ovviamente noi affronteremo lo sviluppo in Java e lo faremo sviluppando una piccolissima demo.

Di cosa avete bisogno

Il Kit comprende:

  • La documentazione completa delle API che descrive la semantica delle chiamate dei metodi e dei parametri
  • Esempi di richieste SOAP e risultati
  • Il Google Web API WSDL file
  • Le librerie Java, un programma esempio, e la relativa documentazione in formato Javadoc
  • Un esempio in .NET

 

Dovete poi crearvi il vostro account sul sito, usare la vostra username e password per ottenere un account key. Ora potremmo accedere al webservice di Google, fino ad un massimo di 1.000 accessi giornalieri (possono bastare??!!)

Entriamo nel codice, queste classi sono incluse nel file googleapi.jar:

  • import com.google.soap.search.GoogleSearch; La classe GoogleSearch che fornisce l’accesso alle Google Web APIs.
  • import com.google.soap.search.GoogleSearchResult; La classe GoogleSearchResult incapsula i risultati della query. Bisogna chiamare i metodi get solo su questo oggetto, i cui campi si riempiono dopo una nostra richiesta.
  • import com.google.soap.search.GoogleSearchResultElement;La classe GoogleSearchResultElement contiene un elemento individuale della classe GoogleSearchResult.
  • import com.google.soap.search.GoogleSearchFault; La classe GoogleSearchFault e’ un eccezione che incapsula vari errori che possono essere generati da una chiamata alle Google API .

 

Come funziona

Il codice è semplice, basta istanziare una oggetto GoogleSearch:

Dove la chiave e’ quella ottenuta dalla registrazione su Google Developer. Quindi settare la query:

Processare la richiesta e ottenere un risultato:

Infine, iterare fra i risultati:

Come avete visto è veramente facile ottenere una bella serie di url da mandare in pasto alla vostra applicazione.. a proposito, avete pensato già a cosa realizzarci?? 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *