Introduzione a pBeans: un’alternativa a Hibernate (seconda parte)

In questo secondo articolo viene approfondita con diversi esempi di codice la libreria pBeans

Ciao a tutti, anche se un poco in ritardo rispetto alla prima parte dell’articolo, mi sembra il momento di concludere il nostro viaggio all’interno di pBeans. In questa seconda ed ultima parte dell’articolo vedremo come operare sul database tramite la classe che mappa la tabella del nostro database.

Come prima cosa dobbiamo ricordarci che, uno dei vantaggi che il pacchetto ci mette a disposizione è quello di poter selezionare il tipo di database usato, la username e la password per la connessione, tramite un file di properties che deve essere formattato nel seguente modo.

Come si può notare abbiamo tre voci molto interessanti.

  1. DataSourceClass: permette di determinare il database usato. Se si volesse stare sul generico basterebbe inserire la stringa net.sourceforge.pbeans.data.GenericDataSource che rappresenta il percorso della classe GenericDataSource che identifica il tipo database che si sta usando, in modalità del tutto trasparente. Consiglio questa soluzione.
  2. DriverClassName: il driver del database che si usa per la connessione.
  3. Url: l’url del nostro database con username e password. User e password possono essere anche voci separate dall’url.

Dopo tutto questo siamo pronti a scrivere l’ultima parte del nostro applicativo. Ora vediamo il codice che ci interessa.

Nella prima parte qui riportata si vede come vengono caricati i parametri di configurazione dal file di configurazione e viene creato un oggetto Store che sarà l’anima della nostra applicazione. L’oggetto in effetti mette a disposizione del programmatore una serie di metodi che consentono di operare sulle tabelle selezionate del nostro DB.

Come vedete io preferisco dividere il codice per la connessione al DB da quello che opera sulla tabella. La classe Database può essere usata ogni volta che dovremo creare la mostra classe di navigazione per ridurre i tempi di sviluppo.

Ecco la classe per la navigazione. Come vi ricorderete la volta scorsa abbiamo creato una classe che mappa una tabella con login e password.

Come vedete l’oggetto Store che viene rappresentato da theStore consente di operare con metodi molto semplici sulle nostre tabelle del database. I metodi più interessanti da usare sono:

  1. Save(Oggetto mapClass): consente di salvare un nuovo record o di sostituirne uno già inserito.
  2. Select(Oggetto mapClass): seleziona tutti i record della tabella. Viene restituito un oggetto ResultsIterator che conterrà tutti gli oggetti della nostra tabella.
  3. SelectSingle(Oggetto mapClass, Map filter): restituisce solo un oggetto della ricerca fatta.
  4. Delete(Oggetto mapClass): Cancella un record dalla tabella.

Credo che ormai siamo pronti. Le nostre classi sono pronte ora dobbiamo solo inserirle nelle nostre applicazioni.

Buon Lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *