Bluesock, implementazione JSR 82 per Windows

Una nuova implementazione utilizzabile da noi sviluppatori Java per gestire connessioni Bluetooth

Come spesso accade, si vogliono trovare nuove soluzioni o usare nuove tecnologie. Così ho cercato di scrivermi un programma che mi permettesse di scaricarmi la rubrica telefonica dal mio cellulare al mio computer e viceversa. Ho cercato in rete un tool che funzionasse e che fosse abbastanza facile da usare, senza perderci molto tempo, così mi sono imbattuto in un progetto presente su uno dei repositori più popolari per i progetti java, quello di java.net.

Andando all’indirizzo https://bluesock.dev.java.net/ entrerete nella home page del progetto. Il progetto si chiama “Bluesock – Bluetooth for Java” cioè “Calzino Blue”. Nome che rende bene l’idea delle caratteristiche del progetto. Come tutte le pagine dei progetti di java.net la pagina è senza dubbio molto semplice da consultare. Il tool permette di scrivere applicazioni per bluetooth per ambienti Windows implementando la sempre verde JSR-82.

Come tutte le API che lavorano direttamente con il sistema operativo, anche queste non fanno eccezione. Quando si scarica il pacchetto zippato contenente le API si scarica anche un bel file *.dll. Personalmente io inserisco quest’ultimo file all’interno della directory jre/bin/. Questo mi permette di non dovermi fare carico di caricare l’uso della *.dll.
Questa operazione è molto comune a tutti gli sviluppatori Java(R) che vogliono interfacciarsi con il sistema. Credo quindi di non dire nulla di nuovo.

Come si può leggere sulla home page del tool, si nota che l’autore ha inserito alcuni suggerimenti per capire come usare il pacchetto. Il consiglio dell’autore è quello di leggere il sorgente dei file del sempre valido “HelloWorld” sia per Client che per Server. Sono due classi molto facili da leggere e da capire che permettono di capire come usare il nostro tool.

Sulla stessa, in fondo, si può trovare una tabella molto semplice da leggere, che mappa tutti i dispositivi bluetooth supportati dalle API. Vi consiglio di controllare molto attentamente se il vostro driver rientra tra quelli qui riportati.

E ora Buon Lavoro.
Questo articolo è scritto in collaborazione con il JUG UDINE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *